Intervista a Le Scimmie: la nostalgia dell’indipendent

Le Scimmie >>> Dromomania  leggi recensione

Come si sono evolute Le Scimmie dell’esordio a Dromomania? E perché i temi della “malattia” e della“fobia”, presenti in entrambi i lavori, vi sono così cari? E’ una sorta di metafora generazionale?
Ci siamo evoluti in modo del tutto naturale.  Parlando a livello personale in questi ultimi due anni la mia vita è cambiata radicalmente a seguito di diversi avvenimenti: cambiando te stesso cambia anche tutto quello che ha a che fare con la tua persona.
Abbiamo ascoltato molta roba nuova, soprattutto roba distante da quello che facciamo e ne è uscito “Dromomania” che nemmeno noi stessi sappiamo catalogare come disco.  Per quanto riguarda i titoli preferisco parlare di metafora personale e non generazionale.

Le Scimmie sono un duo, batteria-chitarra. Eppure il suono è compatto e non risente di nessuna carenza, vedi il basso ad esempio. Avete mai pensato di arricchire il vostro sound con nuove soluzioni, o Le Scimmie è pensato come un duo e rimarrà un duo?
Le Scimmie sono e rimarranno un duo, ovviamente non si escludono altre soluzioni future ma l’energia di base è il duo!

Vi è mai capitato di essere etichettati come indie-rock? Secondo voi esiste veramente un genere “indie”, o è solo un appellativo di comodo abusato da tv e riviste specializzate?
Si, capita spesso, ma se indie sta davvero per independent allora ci siamo dentro, il problema è la generalizzazione e l’abuso del termine che non riesco a concepire .

le scimmieCosa ne pensate della distribuzione via web della musica? Quanto agevola le band emergenti e quanto rischia invece di omologarle? E voi personalmente, come vi ponete verso questo mondo di internauti, fatto di social networks e di blogs?
Penso che ormai sia inutile nascondersi dietro un dito e dire che non sia giusto, è il futuro. Noi siamo i primi amanti del vinile e dei cd però siamo anche consapevoli che più si va avanti e più diventa roba da collezionisti, purtroppo. Il discorso dell’omologazione è più che valido, vedi ad esempio i social networks oggi e confrontali con tre anni fa, sono saturi, tutti cercano di promuovere ovunque e ci sono degli ottimi progetti che purtroppo non vedranno mai luce perchè offuscati da questo buio!

Giochiamo di fantasia: se domani un nuovo Andy Warhol vi prendesse sotto la propria ala, con tutto ciò che ne consegue, e vi affiancasse una Nico per rendere la band più “appetibile”; come reagireste? Rivoluzionerebbe la vostra natura, o vi ritenete sufficientemente versatili da reggere il compromesso?
Ti ricollego al discorso precedente, non escludo soluzioni future, ma ovviamente sono escluse le soluzioni commerciali dato che siamo alquanto lontani da certi ambienti; se questa Nico verrà ritenuta valida sarà ben accetta per una collaborazione!

contatti:
Le Scimmie myspace

Intervistati da Poisonheart

Host di destinazione non consentito, sblocca la connessione nel pannello di AlterVista (Risorse > Impostazioni PHP)
Intervista a Le Scimmie: la nostalgia dell’indipendent ultima modifica: 2011-01-16T20:47:18+00:00 da admin
Share

About admin