Shake off the Dust …. Arise – Matisyahu

Shake Off The Dust Arise - MatisyahuMolti di voi diranno, ‘cosa c’entra uno di credenza e fede ebraica con la musica reggae?????‘. In molti, critici soprattutto, se lo sono chiesto, nel  2004 quando uscì negli Stati Uniti un album concepito da un artista sconosciuto ai più, Matisyahu, all’origine Matthew Paul Miller.
L’artista fonda la sua vita alla riscoperta della religione ebraica sebbene abbia origine ortodosse. L’album in questione è ‘SHAKE OFF THE DUST … ARISE‘  miscela di reggae puro e classico alla caraibica con un filo di nuova elettronica e un buon basso avvolgente. Mix di brani registrati fino all’ultimo secondo in studio e brani dal  vivo con largo spazio anche a monologhi interiori e religiosi offerti dall’artista. Giovane hippie in età adolescenziale, Matisyahu vive in famiglia ultra ortodossa causa principale della sua scelta hippie. La svolta però la trova all’incirca nel 2001 quando REGGAE e EBRAISMO, diventano ‘padroni’ e principali fonti di ispirazione e modello nella vita e ovviamente nella musica. E’  questo l’album che ci da la prova tangibile del mix culturale e religioso dell’artista.

KING WITHOUT A CROWN‘ è la canzone di spicco nell’album, in cui possiamo assaporare tutto lo stile reggae, ma favolosa è ‘AISH TAMID‘ con un attacco di basso originale ammiccante e ‘ROLAND‘ con reminiscenze dei grandi pionieri del reggae giamaicano.
Nonostante siano in molti (a torto!) a sostenere che il reggae sia uno stile monotono e abbastanza ripetitivo, non è assolutamente il caso per quest’album che fonda molto bene le radici dello stile musicale, con nuovo stile accostabile al suond da club. E a dirla tutta Matisyahu  riesce a fare proprio e della sua comunità, uno stile musicale molto distante dalla radice cui proviene, facendosi quasi una bandiera e portavoce della comunità ebraica americana. Da provare !

recensito da Ramirez
M_TaffaRamirez

Host di destinazione non consentito, sblocca la connessione nel pannello di AlterVista (Risorse > Impostazioni PHP)
Share
Precedente L'uomo sogna di volare - Negrita Successivo Under the Sign of the Black Mark - Bathory

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.